Incredibile ma vero

Dall’attuale disordine mondiale, che si agita sulle ceneri del vecchio ordine in agonia, la storia viene orwellianamente riscritta di continuo, mentre i media tentano di distrarre l’opinione pubblica cancellando tracce e distogliendo lo sguardo da tutto ciò che potrebbe causare problemi al potere. Quello stesso potere caotico che, ben lungi da essere una piovra tentacolare cui nulla sfugge, come tentano inutilmente di descriverlo alcuni autori, si riunisce in salotti letterari per cercare di dirigere i destini di sette miliardi di persone tra velleità belliche, interessi finanziari e delitti apocalittici”. Enrica Perrucchietti su “False flag, strategia della tensione e terrorismo di stato”

0-attali-internet“La decentralizzazione: i grandi investimenti non sono più nello Stato, e la politica delle grandi infrastrutture non gli appartiene più. Le privatizzazioni: non c’è più politica industriale possibile.  La globalizzazione: il mercato ha ampiamente vinto.  Ci sono moltissime cose che si credevano alla portata dello Stato, e non lo sono più…… Nessun governo oserà più oggi rinunciare allo stato d’eccezione. Non se ne uscirà mai più, perché ogni governo che uscisse dallo stato d’emergenza darebbe un segnale di debolezza……….. Il mercato si estenderà a settori dove fino ad oggi non ha accesso: per esempio la sanità, l’istruzione, la polizia, la giustizia, gli affari esteri – e contemporaneamente, nella misura in cui non ci sono regole di diritto, il mercato si estenderà a settori oggi considerati illegali, criminali:come la prostituzioneil commercio degli organi, delle armi, il racket eccetera ”. L’orribile avvenire che ci promette Jaques Attali in alcune interviste televisive

Leggi tutto…. e passaparola